Home

campagna_mit_identita_landing_head

UN ALTRO GENERE È POSSIBILE.

Campagna per ottenere il cambio del nome e del sesso anagrafico senza intervento chirurgico

Nel 1982 quando la Legge 164 venne emanata fu un’opportunità grandissima per le persone Trans.

Dopo 30 anni la Legge 164 è diventata il più grande ostacolo per le persone transessuali di emanciparsi dalla discriminazione.

Condizionare il cambiamento del nome e del sesso anagrafico all’intervento chirurgico fa sì che ogni persona Trans che non desidera o non può operarsi non può mai ottenere il cambiamento del nome.

In poche parole condanna le persone Trans non operate in un limbo giuridico da quale non potranno mai uscire.

E’ arrivato il momento di spezzare questa catena e di pretendere che in Italia sia possibile cambiare il nome anche per chi decide di NON operarsi.

L’identità sessuale è un diritto e non può essere condizionato dalla chirurgia.

Ecco perchè pensiamo sia urgente che venga approvata una nuova legge.

Esiste già una proposta per la quale ci batteremo politicamente.

Nel frattempo, se questo Parlamento non legifererà noi proporremo cause in ogni Tribunale d’Italia per ottenere, così come è già avvenuto a Roma, sentenze cheautorizzano il cambiamento del sesso e del nome anche senza l’intervento chirurgico.

Ogni persona Trans d’Italia che non desidera operarsi ma desidera avere il cambiamento del nome potrà unirsi alla nostra battaglia.

Se sei un persona Trans non operata che vuole cambiare nome e sesso contattaci a: altrogenerepossibile@gmail.com o chiama lo 051.271666

Se vuoi aderire e diffondere la campagna puoi scaricare il materiale qui.

 

campagna_mit_identita_landing_foot

 

_________________________________________________________________________

 

show_img

Dal 22 al 25 maggio a Bologna
La settima edizione del festival di cinema trans Divergenti

Si svolgerà al cinema Lumiere di Bologna da giovedì 22 a domenica 25 maggio 2014 la settima edizione di Divergenti, l’unico festival cinematografico in Italia, e uno dei pochi in tutto il mondo, interamente dedicato alla narrazione e rappresentazione dell’esperienza transessuale e transgender.


Il festival, organizzato dal M.I.T., Movimento Identità Transessuale, con la direzione artistica di Luki Massa e Porpora Marcasciano, seleziona e propone le migliori produzioni narrative e documentaristiche internazionali, allo scopo di diffondere una maggiore conoscenza dell’esperienza transessuale e stimolare un cambiamento culturale diffuso che contrasti gli stereotipi e i pregiudizi verso le persone trans.

 

Le persone trans vivono in un corpo sbagliato o in un mondo sbagliato? Per tentare di rispondere a questo annoso quesito, Divergenti proporrà 4 giorni di programmazione cinematografica internazionale, seminari, dibattiti, presentazione di libri.

 

La settima edizione di Divergenti sarà dedicata al tema del transito e al complesso intreccio tra percorso medico ed esperienza reale. A/TRAVERSAMENTI... verso la felicità, oltre il bisturi i sogni, le storie, l’amore è il titolo di questa edizione, che interroga la relazione tra la sala operatoria e la vita con tutti i suoi risvolti: un percorso, a volte baratro altre ponte, che nella vita delle persone trans rischia di restare frammentato, scisso, senza un senso vero, ma che, se intrecciato a una forte coscienza di sé, permette alle persone di dirsi soggetti attori della propria vita.

 

Nel 2014 inoltre il Mit prosegue e rafforza la collaborazione con Arcigay Napoli per la realizzazione della edizione partenopea del festival di cinema trans: dal 2 al 6 giugno presso l’Institut Français de Naples “Le Grenoble” Consolato di Francia si svolgerà infatti Divergenti Speciale Napoli, una finestra sul Mediterraneo con una selezione di programmi e contenuti del festival bolognese.

_________________________________________________________________________

 

UN ALTRO GENERE E’ POSSIBILE

Campagna per ottenere il cambio del nome e del sesso anagrafico senza intervento chirurgico

Nel 1982 quando la Legge 164 venne emanata fu un’opportunità grandissima per le persone Trans. Dopo 30 anni la Legge 164 è diventata il più grande ostacolo per le persone transessuali di emanciparsi dalla discriminazione.

Condizionare il cambiamento del nome e del sesso anagrafico all’intervento chirurgico fa si che ogni persona Trans che non desidera o non può operarsi non può mai ottenere il cambiamento del nome.

In poche parole condanna le persone Trans non operate in un limbo giuridico da quale non potranno mai uscire.

E’ arrivato il momento di spezzare questa catena e di pretendere che in Italia sia possibile cambiare il nome anche per chi decide di NON operarsi.

L’identità sessuale è un diritto e non può essere condizionato dalla chirurgia.
Ecco perchè pensiamo sia urgente che venga approvata una nuova legge.

Esiste già una proposta - http://www.eventiretelenford.it/?page_id=33 - per la quale ci batteremo politicamente.

Nel frattempo, se questo Parlamento non legifererà noi proporremo cause in ogni Tribunale d’Italia per ottenere, così come è già avvenuto a Roma, sentenze che autorizzano il cambiamento del sesso e del nome anche senza l’intervento chirurgico.

Ogni persona Trans d’Italia che non desidera operarsi ma desidera avere il cambiamento del nome potrà unirsi alla nostra battaglia.

Se sei un persona Trans non operata che vuole cambiare nome e sesso contattaci a: altrogenerepossibile@gmail.com o chiama lo 051.271666

__________________________________________________________

CHI E’ IL  MIT? 

Il MIT è un’associazione ONLUS attiva a Bologna da circa 20 anni, che offre importanti servizi alla persona: difende e tutela i diritti umani, realizza e promuove cultura e informazione.

Il MIT è un consultorio, uno sportello legale e un centro di documentazione, interviene nella riduzione del danno sulla prostituzione, fa accoglienza per emergenza abitativa garantisce una casa protetta per vittime di sfruttamento e tratta, svolge assistenza in carcere, organizza eventi culturali come il Festival Internazionale del cinema transessuale e il Festival delle differenze.

Per sostenere queste attività il Mit ha bisogno dell’aiuto di tutti, per sostenerci le donazioni possono essere fatte sul conto IBAN:
IT64 Z033 5901 6001 0000 0065 901
o direttamente in sede negli orari di apertura.

Leggi la nostra storia, le nostre numerose attività o se preferisci contattaci.

 


“Chi sposa una causa è coraggioso, chi sposa una grande causa è felice e io sono felice”.
 
 
 
Legge 164, un transito lungo 31 anni.Il 14 Aprile 1982 veniva approvata la Legge 164, una delle prime leggi in Europa che, insieme a quella tedesca, permetteva di cambiare sesso. Una grande conquista, un importante riconoscimento che apriva una nuova strada per il riconoscimento delle persone transessuali. A 31 anni da quella approvazione, il MIT, che ne fu l’artefice principale chiede alla politica e soprattutto alla cultura di questo paese una riflessione attenta  sui bisogni e le nuove esigenze delle persone transessuali, esige un aggiornamento alla realtà odierna. La possibilità di cambiare nome prima e oltre l’intervento chirurgico, la possibilità di accesso anche per le persone transessuali immigrate, la garanzia e la tutela dell’accesso al lavoro, la difesa e il contrasto da atti di violenza trans fobica, il contrasto dello stereotipo negativo e dell’informazione distorta proposta dai media.Un transito lungo 31 anni che per il MIT non si è concluso ma procede lungo il tracciato del diritto e dei diritti. Buon compleanno 164.