GIOVEDI 14        
Ore 20.00 - ingresso gratuito

Inaugurazione seconda edizione Divergenti
Presentano:
Marcella Di Folco, Porpora Marcasciano, Luki Massa

Sono invitati per un saluto al pubblico: Alberto Ronchi Assessore Cultura Regione Emilia Romagna;Simona Lembi, Assessora Cultura e Pari Opportunità Provincia di Bologna; Angelo Guglielmi, Assessore Cultura e Università di Bologna; Gian Luca Farinelli, direttore Cineteca di Bologna.
  DIFFERENCE IS NOT A GAME
Spot, Italia, 2007, 30''
Progetto Equal-Transiti MIT Bologna



C’ERA UNA VOLTA UN RAGAZZO
(La vita di Romina Cecconi)
Italia 1978, di Mauro Bolognini
e Guido Sacerdote 30'
Trasmesso in seconda serata dalla Rai tv nel
1978, il documetario ripercorre la storia di Romina Cecconi una tra le prime trans in Italia a
cambiare sesso, la sua storia è stata un segno
importante di un costume che cambiava e di
cui fu clamorosamente protagonista.
Sarà presente la protagonista Romina Cecconi seguirà dibattito.
 

GIORGIO/A STORIA DI UNA VOCE
Italia, 2006, di Gianfranco Mingozzi, 54’
Sarà presente il regista
Il documentario racconta le vicende personali
e la vita artistica di Giorgia O’ Brien, nata
Giorgio – nella Palermo del 1930 – che fin da
adolescente ha cantato con una sorprendente
estensione vocale.
Le sue doti canore, fuori dalle convenzioni
della borghesia palermitana, trovano piena
espressione a Parigi e a Roma, dove sarà regina
dell’avanspettacolo.
Nel ’70, la sua straordinaria voce da soprano
trova anche un corpo femminile e la piena
identità.
Un omaggio ad un’artista e ad una donna
speciale, scomparsa nel 2004.


Brindisi di inaugurazione

Ore 22

PAPER DOLLS (Bubot Niyar)
Israele/Svizzera 2006, di Tomer Heymann, 80'
Israele.
Un gruppo di transessuali filippini, in
cerca di una vita migliore, alcuni cacciati dalle
loro famiglie a causa della loro scelta sessuale, svolge lavori domestici e di assistenza agli anziani.
Il lavoro è impegnativo e pesante, lavorano
spesso ventiquattrore su ventiquattro accudendo anziani ebrei ortodossi. La condivisione quasi totale della vita quotidiana fa spesso nascere delle relazioni personali affettuose.
Una sera alla settimana hanno una notte di libertà e si esibiscono come drag queen, le
"Paper Dolls", a Tel Aviv.
 



   

 


VENERDI 15        
Ore 20.00

HOTEL GONDOLIN
Argentina 2005 di Fernando Lopez Escriva 52' v.o. sott. italiano
in collaborazione con Human Rights Nigths Festival
Il Gondolin Hotel a Buenos Aires è l’alloggio ma anche il rifugio di una trentina tra MtF e travestiti sex workers. Il film descrive la loro vita piena di pericoli e discriminazioni da parte del vicinato e delle autorità locali ma punta anche sul prezioso potere dell’attivismo per cambiare una situazione di costante violenza contro il popolo transgender argentino.

 

   
SHE’S A BOY I KNEW
Canada 2007, di Gwen Haworth 70’
v.o. sott. italiano
Steven sapeva già a quattro anni di essere una ragazza, ma sapeva anche di doverlo tenere segreto, recitando la parte del ragazzo qualunque.
Dopo essersi nascosto per ventitre anni, non può più ignorare la sua vera identità.
Quando Steven si trasforma in Gwen, scegliendo di agire partendo dall’amore e dalla vulnerabilità e non più dalla paura, si ritrova a sfidare molte delle categorie rigide in cui viene costretta come transessuale e come donna. Con tranquilla franchezza e uno humor leggero, Gwen riesce a raccontare la sua storia: i momenti bui, le luci, i dolori e l’ottimismo.

     

Ore 22.30

LA MOMA SPAGNA
Spagna 2007, di Samuel Sebastian 10'
v.o. sott. italiano
Storia poetica e commovente di una transessuale di Castiglion, Spagna, che decide di essere se stessa pur rischiando di perdere ciò che più ama.






   
OFFERTE SPECIALI ITALIA
Italia 2005, di Gianni Gatti, 7'
In un supermercato, in pieno ferragosto, un’ondata di offerte speciali solletica i consumatori.
Ma per uno di loro, una trans timida e dimessa, sta per accadere qualcosa che va al di là di ogni immaginazione.
 
   
IDENTITIES
Irlanda 2009 di Vittoria Colonna 84’
v.o. sott. italiano Prima nazionale
Identities è un documentario sensibile e libero che esplora la comunità multiculturale transessuale in Irlanda. Cinque storie personali ci descrivono mondi differenti ma paralleli: travestitismo, transessualismo, drag, identità di genere, disforia di genere. Documentato in una serie di interviste in bianco e nero, ogni descrizione è preceduta da una performance a colori. Pellicola sul superamento degli stereotipi
e delle categorizzazioni, affinché la personalità e l’emozione umana trovino un percorso di espressione.
     

SABATO 16        
Ore 20.00

CHAN DI CHUMMI
(Kiss the Moon) Pakistan/Germania, 2009
di Khalid Gill 80', v.o. sott. italiano
Prima nazionale.
“Vorrei trovare il vero amore… vorrei un marito, un figlio e una famiglia tutta mia… Ma questo mondo crudele non lascerà che
tutto ciò avvenga.”
Queste sono le parole che si sentono comunemente quando si incontrano le “Khusras”, una subcultura di transessuali in Pakistan. La comunità transgender “Khusra” si è ben inserita
nelle complesse e antiche tradizioni culturali della società pakistana. Qualche volta le relazioni del gruppo con la società sono armoniose, altre volte si scontrano nettamente.
Lo scopo principale di Chan Di Chummi è attraversare le frontiere del genere e parlare delle questioni fondamentali della vita e dell’eterno desiderio di amare ed essere amati. Attraverso l’interazione con il regista, il gruppo stesso impara che è accettabile condividere i dolori e le frustrazioni con gli altri e che ci sono persone al mondo che si preoccupano
delle questioni e dei problemi che comporta vivere come un Khusra.

 

   
TRANSSEIZIEME (Trans16)
Francia, 2008 di Alessandro Avellis, 16'
Marzo 2008: ultimi giorni della campagna
elettorale per le elezioni municipali a Parigi.
La presenza dell’attrice transgender Pascale
Ourbih (Thelma) come capolista dei Verdi nel
reazionario 16° arrondissement suscita una
grande curiosità da parte dei media e degli
abitanti del quartiere.
       

Ore 22.00

MOM, I DIDN’T KILL YOUR DAUGHTER
Israele 2007 di Orna Ben Dor 50'
v.o. sott. italiano
In questa storia vera, molto intima e provocatrice, una coppia lotta per diventare ciò che è in un mondo che non la capisce. Nate femmine, sia Lior che Yoav, hanno sempre saputo
che la loro vera identità era maschile. Insieme, affrontano la confusione nelle loro vite mentre si sforzano di trasformarsi in quello che è più naturale per loro.
Affrontano ogni ostacolo con humor, amore e l’assoluta certezza di chi sono veramente, sia dentro che fuori.


 


 


 

 

 

 

 

L’ORDRE DES MOTS
Francia 2007 Di Cynthia Arra & Melissa Arra, 75'
v.o. sott. italiano, Prima nazionale.
“Siete parte della razza umana se siete né un uomo né una donna?”
Lo scopo di questo film è di dare alle persone ‘Trans’ un’altra possiblità di voce. Lontano dal classico trattamento delle questioni Trans, il film, attraverso la scelta dei soggetti che rappresenta - tutti attori contemporanei e precursori del movimento Trans e Intersex in Francia -, affronta di petto le questioni dell’identità di genere mettendo in discussione norme della società spesso non discusse e analizzando la natura dell’oppressione e della repressione che la comunità Trans e Intersex deve affrontare.
Il documentario osserva criticamente i protocolli medici spesso arbitrari impiegati in Francia e racconta il lavoro che è stato fatto nel movimento transessuale e LGBT: non solo la denuncia dell’oppressione e della repressione, ma anche la questione della psichiatria forzata.
     

DOMENICA 17   Giornata Internazionale contro la lesbo/trans/omofobia    
Ore 20.00

THE BOND
USA 2007, di Michael Connell, 10'
v.o. sott. Italiano
“Come puoi allevare un bambino transessuale e non saperlo?” In questo onesto e commovente documentario un padre racconta la storia della sua famiglia - come è stato quando il
figlio si è dichiarato trans, come è cambiato il loro rapporto e come il loro legame diventa sempre più forte.

 

   
NO BIKINI
Canada 2007, di Claudia Morgado Escanilla 9'
v.o. sott. italiano
A sette anni, Robin decide di andare senza la sua parte superiore di bikini ad un campeggio estivo. I risultati saranno sorprendenti!
     
CRUEL AND UNUSUAL
USA 2006 di Janet Baus, Dan Hunt, Reid Williams,
80' v.o. sott. italiano.
La maggioranza dei sistemi carcerari stabilisce la reclusione in base agli organi genitali, e non all’identità di genere, e rifiuta inoltre di riconoscere il diritto al trattamento medico e
psicologico del disordine di identità di genere. Dunque, se non operate, le donne transgender vengono recluse nelle strutture penitenziarie maschili, dove si trovano vulnerabili e oggetti
di violenza.
Cruel and unusual è un documentario franco, spesso inquietante, che raffigura le sfide che queste donne si trovano ad affrontare.
     


ore 22.15

LOS SAPATOS DE ARISTEU
(Le scarpe di Aristeu)
di Luiz René Guerra, Brasile, 2008, 17'
La famiglia di origine sottrae il corpo di Aristeu alle sue amiche per seppellirla come l'uomo che era o che probabilmente non é stata mai.

       
BOMBADEIRA
Brasile 2007, di Luis Carlos De Alencar 75’ v.o.
sott. Italiano
Segue incontro con il regista e dibattito
La presenza di numerose e consistenti comunità di travestiti e transessuali rappresenta una delle particolarità del Brasile. In tutte le città, specie nei quartieri più poveri, ci sono gruppi
abbastanza visibili inseriti nei ritmi, nel colore, nelle tradizioni della cultura popolare di quelle zone. Alcuni tratti, comuni ad altre culture del mondo, come rituali e pratiche magico-religiose, vedono coinvolti transessuali che in esse
hanno ruoli e significati particolari. Il personaggiopiù diffuso, riconducibile all’epoca dello schiavismo, è il Cordonbleu. In questo contesto troviamo anche la Bombadeira, colei che “pompa” il silicone alle trans, senza attenersi a nessuna norma igienico sanitaria, per soddisfare il desiderio di un corpo più femminile e soprattutto più provocante. Una pratica molto diffusa, devastante per la salute, i cui effetti si cerca invano di riparare.
     
 


presentazione
programma
accrediti


MIT
Via Polese, 15 | 40121 Bologna | T. 051.271666 |F. 051.271666 |lun-gio ore 10-18, ven 10-14 | segreteria 24h/24 |mitbologna@libero.it|credits sito