Bologna > 4/6 maggio 2012
> edizioni 2009 / 2010 / 2011

Venerdì 4 Maggio > Inaugurazione 5a edizione Divergenti


Ore 19.00 / cortile cinema lumière

Apertura festival

Inaugurazione
“Favoloso” brindisi con dj set
Performance di danza
The Key
con Stefy Galzenati Rodriguez e Mattia Corradini
Coreografia di Camilla Ferrarese

Inaugurazione mostra
In un corpo differente di Fabio Sera

Inaugurazione
Esposizione materiali storici sulla Legge 164


Ore 20.00 / cinema lumière

Presentazione festival

con Porpora Marcasciano e Luki Massa

Segue saluto dei rappresentanti delle istituzioni:
Intervengono
Gian Luca Farinelli - Direttore Cineteca di Bologna
Vladimir Luxuria - Madrina e ospite del festival

Riconoscimenti storici e omaggio alle pioniere
Romina Cecconi e Roberta Ferranti

Remember Nadia
Proiezioni documenti video
dall’Archivio Storico MIT

ore 20.30 SEGUONO PROIEZIONI > > Cinema Lumière


Offerte speciali

Italia 2005, fiction, 7'
regia Gianni Gatti
sceneggiatura Antonio Cecchi, Gianni Gatti
produzione La Casa Gramatica

In un supermercato, in pieno ferragosto, un’ondata di offerte speciali solletica i consumatori.
Ma per uno di loro sta per accadere qualcosa che va al di là di ogni immaginazione



 

Remedios

Italia 2012 · music Video 4’
Regia Michele Coppari e Francesca Zannoni
Produzione Francesca Pioggia,
Marta Antonucci
e Pedro Navaja SoundMachine

La reinterpretazione dalla band Pedro Navata SoundMachine di Remedios, famoso brano della cantautrice romana Gabriella Ferri, il cui testo è una lettera d’amore di una donna ad un’altra donna. Girato nei famosi ‘caruggi’ di Genova, il videoclip ha per protagoniste le trans che in questo
quartiere hanno da decenni hanno messo radici. «Espera que un dia yo pueda decirte te quiero
pequena, chiquita, preciosa…»


 

Le Coccinelle
Sceneggiata
Transessuale


Italia 2011 · documentario 52’
regia Emanuela Pirelli
sceneggiatura Emanuela Pirelli
Raff aele Brunetti per B&B Film

Non sono drag queen né aspirano ad essere curatissime femme fatale, non interpretano i playback di Raffaella Carrà e non si travestono da icone del pop. Gennaro, Tonino, Genny e Giacinto sono quattro signore napoletane. Nelle sale di ristoranti arredati in finto barocco, Le Coccinelle cantano e recitano le loro sceneggiate, raccontando la prostituzione, l’ipocrisia dei clienti ma anche l’amicizia con le donne dei quartieri e la gioia di vivere del popolo napoletano. Esilarante commistione di sacro e profano, antico e moderno, normale e diverso.

Con la presenza di Emanuela Pirelli e Le Coccinelle

 


ore 22.15
> Cinema Lumière

 

I Am a Woman Now

Olanda 2012 · documentario 80’
regia Michiel van Erp
sceneggiatura Michiel van Erp
produzione De Familie – VPRO
V.O. SOTT . IT .

Nel film del regista olandese Michiel van Erp ritroviamo cinque protagoniste della prima generazione di transessuali, che hanno effettuato l’operazione fra la metà degli anni ’50 e gli anni ’70. Attraverso testimonianze, fotografie e filmati provenienti da archivi personali, queste pioniere rievocano i propri percorsi, tutti passati da Casablanca, dalla rivoluzionaria clinica del dottor Bourou. Per alcune l’operazione è stata una soluzione, per altre è stato l’inizio di un cammino di scoperta di sé. Nessuna si è pentita, ma nessuna aveva pensato a come sarebbe stata la sua vita da vecchia signora.
 

Sabato 5 maggio

ore 18.30 > Cinema Lumière > Cortile esterno

 


Presentazione della graphic novel

In un corpo differente
di Fabio Sera


Alla presenza dell’autore
Intervengono
Porpora Marcasciano
Romina Cecconi

Esposizione di tavole originali dell’autore

In un corpo differente, progetto vincitore del Premio Komikazen 2010, racconta la storia di Romina Cecconi, detta la Romanina. Il lavoro in un circo con un numero di cabaret, il difficile rapporto con la madre, la strada e la prostituzione, l’esperienza umiliante del carcere maschile e del confino. La storia vera di una delle prime transessuali in Italia ad aver cambiato sesso e ad aver fatto della propria scelta una bandiera di libertà contro il perbenismo dell’Italia degli anni Cinquanta e Sessanta.

 
 

Ore 20.00 > Cinema Lumière


Lei è mio marito

Italia work in progress documentario 5'
regia Annamaria Gallone e Gloria Aura Bortolini
sceneggiatura Annamaria Gallone
montaggio Giuliano Ricci
produzione Kenzi
www.kenziproductions.com

Lei è mio marito, è un documentario in lavorazione che ci racconta la vita di Alessandra Gracis. La protagonista e le registe saranno nostre ospiti per raccontarci questa futura produzione cinematografica.

 


 
Ore 20.00


 

Transsexual Dominatrix

USA 2011 · music video 3’
regia Shawna Virago
sceneggiatura Shawna Virago
produzione Shawna Virago
V.O. SOTT . IT .

Shawna Virago, cantante ironica, sexy, sarcastica, è una delle protagoniste della scena musicale underground di San Francisco.
 

Black Rose Tango

USA 2010 · fiction/sperimentale 12’
regia Richard Kimmel
sceneggiatura Richard Kimmel
produzione Stephen Pevner
V.O. SOTT . IT .

Un tango sensuale fra un bel soldato e la regina del cabaret underground. Ispirato alla poesia L’amore del soldato di Pablo Neruda.

 

Lovely Man

Indonesia 2011 · fiction 75’
regia Teddy Soeriaatmadja
sceneggiatura Teddy Soeriaatmadja
produzione Karuna Pictures
V.O. SOTT . IT .

Arrivata a Giacarta con un appunto su cui è scarabocchiato solo un indirizzo, Cahaya, una ragazza di 19 anni, scopre che Saiful, il padre che non vede da 15 anni, è un travestito e che per vivere si prostituisce nel quartiere a luci rosse. Ambientato nel corso di una notte piena di eventi, Lovely Man scandaglia le relazioni genitori/figli con una combinazione di durezza e tenerezza e racconta come questo incontro, attraverso l’esperienza dell’amore e della perdita, cambierà le
loro vite.

 

Ore 22.15 > Cinema Lumière


James Dean

UK 2010 · fiction 8’
regia Lucy Asten Elliott
sceneggiatura Lucy Asten Elliott
produzione Jennifer Scammell
V.O. SOTT . IT .

Una giornata con la famiglia prende una piega inaspettata quando Alex è costretto a condividere
il suo segreto.

 





Melting Away

Israele 2011 · fiction 86’
regia Doron Eran
sceneggiatura Billi Ben Moshe
produzione Tel Aviv Doco Ltd,
United King Films
V.O. SOTT . IT .

Un padre, alla scoperta del travestitismo del figlio, gli chiude la porta di casa per punizione, con la timida accondiscendenza della moglie. Invece che uno screzio di giorni, l’episodio si rivela capace
di spezzare la famiglia per anni. Quando l’uomo si ammala, la moglie assume un investigatore privato per ritrovare il proprio figlio… Un film sulla famiglia, sui legami, le aspettative, le
trasformazioni.

 

 

Domenica 6 maggio

Ore 18
> > Sala Cervi - Cineteca di Bologna > Via Riva di Reno, 72


Russulella

Italia 2009 · documentario 50’
regia Margherita Pescetti
sceneggiatura Margherita Pescetti
produzione Woka productions / Università
Degli Studi di Napoli Federico II

Il film racconta la vecchiaia di Russulella, uno degli ultimi femminielli di Napoli, scomparso un anno fa. Vediamo la sua vita, un tempo fatta di feste, di viaggi e spettacoli, ridotta allo spazio angusto di un piccolo monolocale in cui il tempo galleggia sospeso nel ricordo di un passato glorioso, ed i rumori del mondo esterno che entrano dalla finestra ci riportano alla realtà, in un dialogo continuo tra i tempi di una città e di una cultura in trasformazione. Il documentario osserva la quotidianità di Alberto, scoprendo Russulella nell’enfasi dei gesti, nelle mani curate, nei modi e nelle relazioni con gli abitanti dei ‘Quartieri’.





 

Orchids My intersex Adventure

Australia 2010 · documentario 60’
regia Phoebe Hart
sceneggiatura Phoebe Hart
produzione Hartflicker
V.O. SOTT . IT .

Documentario autobiografico sulla lotta di una donna, oltre i silenzi e le verità taciute dai genitori, per comprendere la propria condizione intersessuale. La regista intraprende un viaggio attraverso l’Australia per costruire la prima rete di persone intersessuali.



 

Ore 20
A fior di pelle

Italia work in progress documentario 10’
regia Margherita Ferri
sceneggiatura Elisa Vignando
montaggio Ester Luppi

A fior di pelle è un documentario in corso d’opera sulla ricerca identitaria di due giovani ragazzi. Artemide, che a Bologna ha intrapreso un percorso di transizione da uomo a donna, e Oscar, artista di Alessandria che, per mezzo dell’arte, attraversa i generi, fuggendo da ogni categorizzazione.

Con la presenza di Margherita Ferri e Ester Luppi


 
18

Il “fico” del regime

Italia 1991 · documentario 60’
regia Giovanni Minerba, Ottavio Mai
sceneggiatura Giovanni Minerba,
Ottavio Mai, Giò Stajano
produzione L’Altra Comunicazione

Nata Gioacchino Stajano Starace in un paesino del profondo Sud, nipote del gerarca fascista Achille Starace, Giò approda a Roma negli anni in cui era la ‘Hollywood sul Tevere’. Si fa conoscere per il suo stile di vita anticonformista e come autore di Roma Capovolta, testo autobiografico esplicitamente gay che racconta le sue esperienze nell’alta società capitolina. Sequestrato per oltraggio alla morale, il testo lo fa divenire un ‘personaggio’ discusso, tanto che Fellini lo vorrà ne La dolce vita per interpretare se stesso, memore del suo bagno nella fontana di Trevi da cui trasse ispirazione. Torna alla ribalta negli anni ottanta confermando la sua tendenza allo sberleffo e al trasformismo con il cambio di sesso a Casablanca che ce lo restituisce con il nome di Maria Gioacchina. Nel 1992 pubblica La mia vita scandalosa, autobiografia che lo rende il primo scrittore italiano ad aver pubblicato testi prima e dopo il cambio di sesso. Nel 2007 Pubblici scandali e private virtù. Dalla Dolce Vita al convento, con la collaborazione di Willy Vaira. Un sentito omaggio ad una personalità unica.

Con la presenza di Giovanni Minerba


 

Segue tavola rotonda con:

Giovanni Minerba, Vladmir Luxuria,
Gian Luca Farinelli, Porpora Marcasciano.
 

Ore 22
Madame X

Indonesia 2011 · fiction 102’
regia Lucky Kuswandi
sceneggiatura Agasyah Karim,
Khalid Kashogi
produzione Kelyana Shira Films
V.O. SOTT . IT .

Chi non ha mai sentito parlare di Iron Man o Batman? Guardiamo i film dei supereroi per i loro poteri straordinari, le loro identità segrete, i costumi inconfondibili e i nemici che combattono.
A differenza del supereroe stereotipato, Madame X racconta la storia della prima supereroina dragqueen del cinema indonesiano. La storia è parodistica con premeditati effetti trash, ma il film diventa quasi drammatico quando rappresenta gli oltraggi che subisce la comunità lgbt. Madame X non ha confini, rappresenta la libertà di scelta e di espressione e promuove la diversità grazie al potere del film.

 
Ore 20

 


presentazione

 

MIT Via Polese, 15 | 40121 Bologna | Tel e Fax 051.271666 || lun-gio ore 10-16, ven 10-14 | segreteria 24h/24 |mitbologna@libero.it | credits sito