Lavoro

Per le persone transessuali il diritto al lavoro non è garantito. Il lavoro rappresenta infatti una delle questioni  problematiche dell’esperienza  transessuale. Il pregiudizio trans fobico limita enormemente le possibilità di accesso a tutti i tipi di lavoro anche in presenza di competenze e professionalità riconosciute. Compromette la stabilità e la sicurezza di tutte/i  i lavoratori transessuali  che intraprendono un percorso di transizione quando hanno già un’occupazione. Mobbing, licenziamenti, precarietà sono costanti nella vita della maggioranza delle persone transessuali. Tutti questi problemi si possono contenere o ridurre attraverso regole, leggi e servizi che tutelano la persona re e …… rivolgendosi ad alcune lle strutture preposte

Per tutti i problemi annessi e connessi alla questione lavoro il MIT offre a tutti coloro che lo richiedono assistenza, sostegno, supporto legale attraverso:

Sportello Nuovi Diritti CGIL

Aperto dal Lunedi al Venerdi dalle ore 10 alle ore 13. Si accede con appuntamento da concordare attraverso la segreteria MIT tel.051271666 o direttamente in sede. L’accesso al servizio è gratuito e non prevede obblighi di nessun tipo. Per chi lo richiede è previsto l’accompagnamento di un nostro operatore.

  • Lo Sportello offre consulenza, sostegno sindacale, supporto legale in caso di licenziamento, discriminazione e mobbing legati alla propria identità di genere.
  • Informazioni, consulenza, indicazioni per la ricerca lavoro
  • Informazioni, consulenza, avvio pratiche per invalidità, previdenza, infortuni, assicurazioni

Per saperne di più sui tuoi diritti consulta la Guida ai Diritti delle persone LGBT, 51 domande 51 risposte a cura di CGIL MIT, Arcigay, Arcilesbica, Agedo, Famiglie Arcobaleno.